2 users responded in this post

Subscribe to this post comment rss or trackback url
User Gravatar
Alien on Acid said in aprile 15th, 2009 at 22:19

malgrado lo abbian messo lì, in fondo alla locandina, ultimo tra le “star” del Jazz italiano, fa piacere leggere il nome di Renato Sellani e che ci si sia ricordati di lui, un grande, ormai ottant’enne sempre troppo, schivo pianista.
Per rendersi conto di chi sia, basta far un giro su Wiki e scoprire la sfilza di nomi “importanti” con cui ha suonato nel corso della sua lunga carriera: Billy Holliday, Chet Baker, Lee Konitz, Sarah Vaughan, Enrico Rava, Dizzy Gillespie, Oscar Peterson, Irio De Paula, Phil Woods, Bill Coleman.
Piccola nota polemico/maliziosa: non è che per essere invitato a esibirsi a Umbria Jazz, gli organizzatori abbiano avuto bisogno che a Sellani venisse conferito l’Honorary Award (Premio alla Carriera) nell’ambito degli Italian Jazz Awards “Luca Flores” 2008? Non è che prima del premio dello scorso anno, “qualcuno” si fosse dimenticato che in Italia c’era un tale pianista, uno dei migliori pianisti Jazz che il nostro paese abbia mai avuto?
Se così fosse, begli esperti musicali, gli “amici” di Umbria Jazz! 😉

Rispondi

User Gravatar
buzz said in aprile 16th, 2009 at 09:13

Parole e topic santi,anzi santissimi,caro Alien!

Rispondi

Leave A Reply

 Username (Required)

 Email Address (Remains Private)

 Website (Optional)