Related Articles

2 users responded in this post

Subscribe to this post comment rss or trackback url
User Gravatar
B16 said in dicembre 2nd, 2010 at 18:13

Per me si…The Suburbs e’ l’album dell’anno.

Rispondi

User Gravatar
buzzandmusic said in dicembre 2nd, 2010 at 19:41

io non sono ancora pronto per dirlo ma propendo per Plant e la band of Joy. Ci sono troppi ingredienti che spaziano sul pentagramma e nella realta’. Lui ha saputo metterci del suo ,della storia della musica,i significati delle note legate al territorio e alla storia indigena, non so ragazzi ,quando sento quel disco mi passano davanti immagini di un film ,niente di gia’ visto,ma tutto ben impostato nella mia fantasia,nella mia anima e nel mio cuore. E c’e’ quella sottile enfasi,quegli accenni lievi al rock and roll e al blues , quella voce che parte da dentro ma dal profondo ledzeppeliniano ..insomma un concerto di situazioni che mettono in moto accellerato mente e spirito,corpo ed anima.
Si credo che sara quello di Robert Plant il MIO disco dell’anno. Mi prende allo stesso modo in cui mi emoziono ‘ “in rainbows” che usci quasi allo scoccare della mezzanotte del 2007 . Sono quelle note che ti restano in testa e che ti ronzano di tanto in tanto nelle orecchie e tutto questo fa si che non puoi non mettere i cd nel lettore e riascoltarli e riascoltarli ancora e ancora e ancora…..

Rispondi

Leave A Reply

 Username (Required)

 Email Address (Remains Private)

 Website (Optional)