Related Articles

4 users responded in this post

Subscribe to this post comment rss or trackback url
User Gravatar
Aloisio said in 15 Novembre, 2009 at 11:57

rolling stone è una rivista pessima (l’edizione italiana poi è allucinante), ma questa copertina non è male.

Rispondi

User Gravatar
Aloisio said in 15 Novembre, 2009 at 11:58

M sembra strano che esca un nuovo disco a un solo anno di distanza, comunque se così fosse ben venga.

Rispondi

User Gravatar
buzzandmusic said in 15 Novembre, 2009 at 12:36

concordo su rolling stone,non la compero mai ma compro Jam e Buscadero……la foto fa aguzzare la vista.Sul disco contaci,entro aprile esce caro Aloisio,ciaooooooooo!

Rispondi

User Gravatar
Generale Lee said in 16 Novembre, 2009 at 10:24

Altro grande concerto di quest’anno. Wilco, ovvero band di culto che negli anni ha creato un suono in grado di abbracciare molte sfaccettature del rock. In carniere ALMENO due super album come “Yankee Hotel Foxtrot” e “A ghost is born”, oltre agli ottimi “Sky Blue Sky” e “Wilco (the album)”.
Conservatorio very sold-out da tempo, e caldissimo: peccato per l’assenza dei Grizzly Bear, causa incidente stradale, che non conosco e di cui tanti parlano bene. Visto che eran compresi nel biglietto li avrei ascoltati volentieri.
Nel live si ripete ed amplifica l’incanto dei dischi da studio. Jeff Tweedy viene dagli Uncle Tupelo, e quindi ogni tanto l’alt-country spunta fuori, ma in alcuni momenti Wilco sanno essere raffinatamente pop (QUESTO POP, sì….non le porcherie). In altri momenti mi ricordano quasi i Radiohead, in altri ancora virano dalle parti del noise con distorsioni pesantissime. Altre volte ancora sono semplicemente rock. Musicisti molto molto bravi, niente sbavature e grande generosità per uno show molto lungo, circa due ore e mezza.
Questa la setlist:
1. Ashes Of American Flags
2. Remember The Mountain Bed
3. Company In My Back
4. Bull Black Nova
5. You Are My Face
6. I Am Trying To Break Your Heart
7. One Wing
8. A Shot In The Arm
9. Side With The Seeds
10. Deeper Down
11. Misunderstood
12. Impossible Germany
13. Via Chicago
14. California Stars
15. Handshake Drugs
16. Sonny Feeling
17. Jesus, Etc.
18. Hate It Here
19. I’m The Man Who Loves You
20. Hummingbird
ENCORE 1:
21. The Late Greats
22. Heavy Metal Drummer
23. Poor Places
24. Reservations
25. Spiders (Kidsmoke)
ENCORE 2:
26. I’m A Wheel

Strepitose secondo me Ashes Of American Flags, Spiders, Reservations, Hummingbird.
FUORI DALLA NORMA “IMPOSSIBLE GERMANY”, MAGNIFICA, E MAGNIFICO L’ASSOLO, VALEVA IL PREZZO DEL BIGLIETTO…..

Wilco è una di quelle delle band che tira fuori la creatività, miscela generi differenti, ed arriva a creare un SUONO proprio ed inconfondibile. Dal vivo poi confermano la propria bravura e regalano emozioni.

La conferma che il rock di qualità c’è eccome…basta saperlo cercare e non fermarsi a MTV o alle classifiche.

Rispondi

Leave A Reply

 Username (Required)

 Email Address (Remains Private)

 Website (Optional)