Related Articles

12 users responded in this post

Subscribe to this post comment rss or trackback url
User Gravatar
Aloisio said in febbraio 5th, 2009 at 17:55

Speriamo che sia un tour all’altezza di quello della sora Ciccone!

Rispondi

User Gravatar
buzzandmusic said in febbraio 5th, 2009 at 18:58

ah ah ah Aloisio mitico,te le vogliono suonare anche a Milano eh?Ragazzi quella del Missisippi non mi e’ andata giu’ e poi mi hanno bannato tutti i post………il tour ?Non mi esprimo per scaramanzia MA MI FIDO MOLTO VISTI I PRECEDENTI……….ciauz Alo

Rispondi

User Gravatar
Generale Lee said in febbraio 6th, 2009 at 10:23

….sul Missisipi son stato cestinato anche io… ma non demordo a ho riscritto…

Rispondi

User Gravatar
Aloisio said in febbraio 6th, 2009 at 10:34

A me sul Mississippi mi hanno pubblicato, spero che oggi vengano inseriti anche i vostri messaggi. La cosa assurda è che questi personaggi che si riempiono la bocca della parola tolleranza in realtà sono il prototipo dell’integralismo, dell’arroganza e dell’aggressività.

Rispondi

User Gravatar
B16 said in febbraio 6th, 2009 at 10:51

è un po’ triste ma è proprio come dice aloisio…

Rispondi

User Gravatar
buzzandmusic said in febbraio 6th, 2009 at 11:15

e continuiamo a dire la nostra senza remore……l’unione fa la forza…..a me mi hanno sempre bannato,evidentemente sono stato troppo “feroce”……ma quella del Missisippi grida vendetta,e’ vomitevole come un gay pride,shit and rubbish

Rispondi

User Gravatar
Generale Lee said in febbraio 6th, 2009 at 11:31

eheheh…a buzz l’ho detto ieri: al Gay Pride a Milano due o tre anni fa in Piazza Duomo (io ero lì per caso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!non pensate male!!!!!!!!!!!!) ho visto BAMBINI di 7-10 anni che accompagnavano il fratello col fidanzato…oppure la sorella con la fidanzata…
PENSO NON CI SIA BISOGNO DI COMMENTI……

Rispondi

User Gravatar
B16 said in febbraio 6th, 2009 at 15:28

cari rockers mi piacerebbe che un giorno o l’altro l’omosessualità non fosse più un problema da discutere, ma qualcosa di accettato, compreso, rispettato. che non diventi sempre un fattore discriminante al di là del buon o del cattivo gusto di alcune manifestazioni (gay pride in primis). vivo nella città con il più alto numero di gay in europa percui se vi dico che la tolleranza è l’unica via possibile per favore fidatevi… tolleranza delle opinioni altrui come della sessualità come del colore della pelle. che in italia ci sia un continuo rincorrersi mediatico tra pro e contro (ma contro cosa?) non aiuta certo la serenità nell’affrontare argomenti che per molti ancora sono taboo. purtroppo per eccesso di difesa spesso pare addirittura il contrario, con la costituzione di lobby vere e presunte a proteggere i santuari gay (moda in primis). senza tutta queste messe di notizie e purtroppo brutte canzoni, dichiarazioni pessime ed ignoranza latente forse staremmo tutti meglio e potremmo semplicemente pensare a comprendere ed amare di più il proprio prossimo (senza pensare a con chi passa le nottate…).

Rispondi

User Gravatar
buzz said in febbraio 6th, 2009 at 15:50

la liberta’ e quindi la privacy non hanno prezzo,quando diventano ostentazione e fanatismo invece sono insopportabili e mal tollerate……come in politica…..a me va bene qualsiasi colore,odio le dittature e amen

Rispondi

User Gravatar
Generale Lee said in febbraio 6th, 2009 at 16:13

B16: HO APPENA POSTATO PIU’ O MENO QUEL CHE DICI TU….NON SO SE SARO’ PUBBLICATO. IO MI INCAZZO SOLO QUANDO DA PERSEGUITATI VOGLION DIVENTARE PERSECUTORI…POI CERTE ESIBIZIONI IO LE EVITEREI, SON DI DUBBIO GUSTO.
PS: DI AMSTERDAM LO SO BENE…..

Rispondi

User Gravatar
buzz said in febbraio 6th, 2009 at 16:28

URKA AMSTERDAM…….CHE BEI RICORDI!E CMQ ,SI TOLLERA TUTTO MOLTO DI PIU’ SENZA INFASTIDIRSI A VICENDA COME IN ITALIA,AMEN!QUA OGNI SOFFIO DI VENTO PARE ESSERE UNO TSUNAMI ,SHIT AND RUBBISH,ROCK ON

Rispondi

User Gravatar
B16 said in febbraio 6th, 2009 at 16:52

ne parlavamo ieri sera tra amici: in italia il risalto politico e mediatico di certe affermazioni o posizioni è assurdo. in alcuni casi è davvero un circo senza senso che crea dal niente fatti su cui ci si trova senza nemmeno sapere perchè a discutere. molti parlano senza aver nulla da dire, altri si sentono attaccati alla prima battuta: non sarebbe un problema se il tutto non fosse amplificato a dismisura da giornali, tg, siti internet, associazioni pro e contro… non dico che in olanda vada tutto bene, ma su alcune situazioni ormai non c’è più nemmeno il bisogno di discutere tanto sono “rispettate” le posizioni avverse, dalla prostituzione alle droghe leggere per citare i casi più noti. e a parte i soliti fanatici presenti in ogni angolo del mondo, quando se ne parla lo si fa tenendo in maggiore considerazione il proprio interlocutore, non come da noi dove i media sono abituati a trattare il pubblico come un minorenne (cfr. indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto).

Rispondi

Leave A Reply

 Username (Required)

 Email Address (Remains Private)

 Website (Optional)